01 Ottobre 2022

I prodotti locali per i camminatori

I prodotti locali da mangiare e da portar via
Il cibo che nasce dalle ricette sapienti della comunità locale e dall'uso di prodotti attentamente coltivati è un'espressione concreta della cultura di un popolo. Le persone che fanno il cammino cercano la genuinità dei prodotti e apprezzano i piatti tipici tramandati da generazione in generazione. Lo scambio culturale che passa attraverso il cibo e l'ambiente dove esso si consuma sono gli aspetti più attrattivi di "un Cammino". La soddisfazione che il camminatore prova lo induce a portare con sè un elemento del cibo che ha gustato così da portarlo dove va e dove vive per gustarlo ancora e mostrarlo agli amici, promuovendone indirettamente l'acquisto.
Ci sono altri prodotti che la comunità realizza e che riguardano l'abbigliamento, l'oggettistica, gli stessi strumenti per viaggiare e che vengono acquistati sempre che siano così caratteristici da rammentare il luogo dove sono stati trovati e per tale motivo acquisiti pe se o per coloro a cui si conta di portare un ricordo del viaggio e la testimonianza di un ricordo della persona a cui si dona.
Qualcuno ha immaginato che tali prodotti riempissero "la bisaccia del pellegrino" e hanno pensato di certificarli in quanto meritevoli di rammentare il luogo dove sono stati prodotti e acquistati.
Nel territorio attraversato dai Cammini presi in considerazione in questo sito web ne presenteremo alcuni, tra quelli più caratteristici, che i produttori ci segnaleranno, tenendo conto della loro trasportabilità e della loro capacità di suscitare un'emozione da ricordare.
Il Cesanese del Piglio
Un vino strepitoso, di gradazione elevata, sia bianco che rosso che si produce sulle colline della parte alta della provincia di Frosinone.
Facendo il Cammino della Francigena si passa dai Comuni a cui fa riferimento il disciplinare del vino Cesanese e che sono riuniti in un'associazione di viticultori che prende il nome di "Strada del Vino Cesanese".
Un camminatore che attraversa questi Comuni non può non sostare in una delle belle cantine dove si può gustare i diversi tipi di vino e acquistare una bottiglia, anche piccola, da portare con sè lungo il viaggio o da conservare per farne dono a coloro che attendono il suo ritorno.
L'Acqua di Fiuggi

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie