23 Giugno 2024

I prodotti locali per mangiare

I prodotti locali da mangiare e/o portar via
Coloro che intraprendono un Cammino vogliano gustare i prodotti locali assaporando le antiche ricette della cultura locale.
Mangiare il pane del luogo non serve solo a nutrirsi, ma serve ad assaporare la cultura di un luogo. Parlare con un panificatore che vi racconta i suoi segreti è come ascoltare un artista che vi mostra la sua opera d'arte e vi porta nel suo laboratorio.
Il cibo che nasce dalle ricette sapienti della comunità locale e dall'uso di prodotti attentamente coltivati è un'espressione concreta della cultura di un popolo. Le persone che fanno il cammino cercano la genuinità dei prodotti e apprezzano i piatti tipici tramandati da generazione in generazione. Lo scambio culturale che passa attraverso il cibo e l'ambiente dove esso si consuma sono gli aspetti più attrattivi di "un Cammino". La soddisfazione che il camminatore prova lo induce a portare con sè un elemento del cibo che ha gustato così da portarlo dove va e dove vive per gustarlo ancora e mostrarlo agli amici, promuovendone indirettamente l'acquisto.
Qualcuno ha immaginato che tali prodotti riempissero "la bisaccia del pellegrino" e hanno pensato di certificarli in quanto meritevoli di rammentare il luogo dove sono stati prodotti e acquistati.
Nel territorio attraversato dai Cammini presi in considerazione in questo sito web ne presenteremo alcuni, tra quelli più caratteristici, che i produttori ci segnaleranno, tenendo conto della loro trasportabilità e della loro capacità di suscitare un'emozione da ricordare. Il cibo che nasce dalle ricette sapienti della comunità locale e dall'uso di prodotti attentamente coltivati è un'espressione concreta della cultura di un popolo. Le persone che fanno il cammino cercano la genuinità dei prodotti e apprezzano i piatti tipici tramandati da generazione in generazione. Lo scambio culturale che passa attraverso il cibo e l'ambiente dove esso si consuma sono gli aspetti più attrattivi di "un Cammino". La soddisfazione che il camminatore prova lo induce a portare con sé un elemento del cibo che ha gustato così da portarlo dove va e dove vive per gustarlo ancora e mostrarlo agli amici, promuovendone indirettamente l'acquisto.



L'acqua di Fiuggi
Chi cammina lungo la Francigena che percorre la Via Prenestina - Casilina e passa dai Comuni di Paliano, Serrone, Piglio e Acuto, può fare una deviazione per riposarsi alle Terme di Fiuggi e bere la sua famosa acqua. Ovunque, lungo la strada della provincia del frusinate, si trova comunque modo di bere l'acqua e portarsi con sé quelle confezioni che si trovano da qualche tempo sui treni della Freccia Rossa.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie